Italian English
0 Items - 0,00 
  • Nessun prodotto nel carrello.

News

ADHD e Realtà Virtuale: una tecnologia innovativa per il trattamento

ADHD e Realtà Virtuale: una tecnologia innovativa per il trattamento

Sabato 9 aprile 2022, alle ore 15.30, si approfondirà il tema del disturbo da deficit attenzione ed iperattività (ADHD) in relazione alla realtà virtuale. L’iniziativa si svolgerà presso la sede della Cyclopes srl, startup innovativa operante nel settore delle tecnologie di prossimità, sita presso il Centro Servizi Area P.I.P di Apollosa (BN) – strada statale 7 direzione Napoli ed è stata promossa dall’associazione ADHD Campania OdV, che opera nell’ambito della divulgazione delle conoscenze scientifiche del Disturbo dell’attenzione ed iperattività fornendo supporto ed orientamento genitoriale alle famiglie con figli o congiunti diagnosticati con tale disturbo. Interverranno il dott. Marino Corda, Sindaco del Comune di Apollosa, ente appartenente all’Ambito Sociale B1 e Augusto Ozzella, Direttore Tecnico della Cyclopes s.r.l..

Il Presidente di ADHD Campania OdV, Massimo Micco vede con molto interesse gli sviluppi e le positive validazioni scientifiche che stanno emergendo su ADHD e Realtà Virtuale per l’aiuto che queste possono dare nel trattamento dell’ADHD, ben conoscendo il grave problema che Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività costituisce in età evolutiva ed adulta e le numerose compromissioni delle aree dello sviluppo che rendono molto difficoltoso l’inserimento sociale nei vari contesti, interferendo in maniera significativa, con le attività quotidiane. Molto spesso il frutto del lavoro di un bambino, ragazzo o adulto con ADHD risulta essere incompiuto, poco accurato, disorganizzato e disordinato. Chi ne soffre ha una grande difficoltà a concentrarsi sullo stesso compito per un periodo di tempo prolungato. I tempi di attenzione nelle persone con ADHD si aggirano, mediamente, intorno ai 15 minuti. Tale deficit, costituisce un enorme limite rispetto agli obiettivi prefissati, soprattutto, nei contesti educativo-didattici.

Tra le figure preposte a gestire i problemi dell’attenzione e l’iperattività e le difficoltà ad essi annesse, si trovano principalmente insegnanti, genitori, psicologi, neuropsichiatri infantili e psichiatri (per gli adulti). I segni più evidenti di questi problemi sono lo scarso autocontrollo dei propri comportamenti che si manifesta con una forte iperattività motoriaimpulsività e una elevata distraibilità. La questione, se la Realtà Virtuale possa costituire un nuovo strumento per il trattamento delle persone con ADHD, in aggiunta alle terapie convenzionali che già prevedono un approccio muldimodale”, sarà approfondita dal direttore di sviluppo dott. Paolo Caputo e dalla responsabile scientifico di biomedicina dott.sa Gaia Romano di IAMHERO, che illustreranno le caratteristiche di questa tecnologia e di come attraverso il suo impiego sia possibile costruire scenari di esercizio in cui si controllano tutti i parametri e come sia possibile utilizzare esercizi per focalizzare l’attenzione su un determinato stimolo, per migliorare la capacità di inibire le informazioni esterne, per potenziare le abilità visuo-spaziali e per implementare le abilità di pianificazione.

IAMHERO è una startup innovativa specializzata in ambienti terapeutici immersivi, basati sull’applicazione di tecnologie legate alla medicina digitale, alle neuroscienze cognitive e alla gamification per il contrasto di diversi disturbi cognitivi tra cui il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD). L’ambiente terapeutico avanzato basato sul gioco mira ad aiutare i giovani con disturbi dello sviluppo neuroevolutivo a migliorare le loro skill cognitivo comportamentali. Mentre l’uso di serious game adattativi permette la somministrazione di una terapia personalizzata con un elevato livello motivazionale. Sempre di più si sta dimostrando da un punto di vista scientifico che la realtà virtuale può notevolmente ridurre le manifestazioni del disturbo ADHD, aiutando a favorire le relazioni interpersonali di chi ne soffre nonché aumentarne i risultati accademici positivi, potenziando così la loro autostima. L’utilizzo della Realtà Virtuale oltre che in campo diagnostico e terapeutico, si sta diffondendo anche nell’ambito dell’intrattenimento e in quello didattico mediante la promozione dell’inclusione e della diversità come valore oltre che all’apprendimento di strategie per la regolazione e gestione dei propri stati d’ansia e di stress.

E’ proprio di questi giorni, inoltre, la notizia dell’ammissione al tavolo tecnico di co-progettazione dell’Ambito B1, Comune di Benevento Capofila, del progetto “FORMAZIONE DIGITALE E DOMOTICA ASSISTENZIALE PER LE DISABILITA’;” presentato dell’ATS PROJENIA SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE – SANNIOIRPINIA LAB APS – APS GIOVANIMENTOR ONLUS, a valere della MISSIONE 5 “INCLUSIONE E COESIONE” nel quale Cyclopes Srl, è partner tecnico di progetto, per la strutturazione di corsi di formazione finalizzati all’acquisizione di competenze digitali avanzate per persone disabili residenti nell’ambito di riferimento, ed anche nella progettazione di soluzioni di realtà aumentata, applicata alle disabilità e di domotica assistenziale.

Per partecipare alla iniziativa è necessario inviare una mail a adhdcampania@gmail.com o chiamare al numero 328.4129429. La capienza massima della sala è di 50 persone. Al raggiungimento di tale numero sarà possibile seguire l’evento in live streaming sulla pagina Facebook della Cyclopes srl all’indirizzo https://www.facebook.com/cyclopessrl.

 

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Follow by Email
LinkedIn
Share
Instagram
×

Powered by WhatsApp Chat

× Live chat

Cerca per parola chiave